Chirurgia corpo
Asportazione neoformazioni

Per neoformazioni cutanee si intendono: nevi, cisti sebacee, lipomi e tutti i tumori della pelle. La rimozione di nei e cisti avviene chirurgicamente in anestesia locale. I punti vengono rimossi dopo 10 giorni. Il dott. Franco Lauro è specialista in interventi di asportazione di nei o cisti a Bologna e Pesaro e ti aspetta nei suoi studi per una consulenza personalizzata sull’intervento.

Con il termine neoformazione cutanea si intende genericamente qualsiasi crescita spontanea sia di natura benigna che maligna.
E’ compito del dermatologo riconoscerle e consigliare al paziente l’approccio più adeguato.

Quelle benigne sono estremamente diffuse ed è molto probabile che ognuno di noi ne sviluppi qualcuna nel corso della vita. Le più frequenti sono cheratosi seborroiche, fibromi, angiomi e cisti.

Le neoformazioni cutanee maligne sono denominate epiteliomi. Questi sono carcinomi che derivano dai chertinociti, le cellule che compongono lo strato più superficiale della cute. Il più frequente è il carcinoma basocellulare. Questo tumore non è pericoloso per la vita del paziente in quanto solo molto raramente produce metastasi. Se non curato però è in grado di invadere i tessuti circostanti e col tempo raggiungere grandi dimensioni costringendo ad asportazioni di neoformazioni con esiti estetici sgradevoli.

Il carcinoma spinocellulare invece è potenzialmente più grave e può metastatizzare soprattutto ai linfonodi. Se però è diagnosticato ed asportato tempestivamente nella maggior parte dei casi guarisce.
La asportazione di neoformazioni cutanee viene eseguita in anestesia locale. Sono indolore ad accezione dell’infiltrazione dell’anestetico che provoca una sensazione lieve di bruciore.

A seconda della sede e dimensione della neoformazione asportata vengono posizionati punti di sutura che devono essere rimossi dopo un tempo variabile da 1 a 3 settimane. Il paziente deve medicare la ferita ogni 24-48 h con disinfettanti e cerotti medicati. Dopo l’intervento di asportazione di una neoformazione cutanea il paziente può riprendere le sue attività quotidiane, deve però evitare di bagnare la ferita e sottoporsi ad attività fisiche intense.

Dr Franco Lauro
Oltre 50 anni di esperienza al servizio della Chirurgia estetica

Un’arte che si tramanda di generazione in generazione