otoplasticaOtoplastica (chirurgia dell’orecchio Bologna)

La chirurgia estetica dell’orecchio, o otoplastica, è una procedura estetica che altera le dimensioni, la posizione o la proporzione delle orecchie. L’esito dell’intervento di rimodellamento dell’orecchio varia notevolmente a seconda dei cambiamenti desiderati, ma queste procedure generalmente migliorano la fiducia in se stessi, specialmente nei bambini e negli adolescenti.

Cause

Ci sono diverse caratteristiche anatomiche che causano la protrusione dell’orecchio e puoi notare la stessa condizione sui membri della tua famiglia. Diversi fattori possono contribuire allo sviluppo di orecchie prominenti, ma la sua ereditarietà come tratto autosomico dominante è probabilmente la più importante. La condizione può essere bilaterale (entrambe le orecchie) o unilaterale (un orecchio).

Considerazioni

Nei bambini, l’orecchio prominente è evidente e spesso è fonte di presa in giro da parte dei loro amici di gioco, inoltre vengono marchiati con soprannomi come “Dumbo”. I bambini piccoli sono considerati “diversi”, spesso sottoposti a spietati scherzi di bullismo che possono influenzare la loro autostima e la successiva capacità di svilupparsi socialmente.

Quando prendere in considerazione la chirurgia dell’orecchio

  • Se sei nato con orecchie troppo grandi o piccole.
  • Se le tue orecchie sono sproporzionate alla tua testa o stranamente posizionate.
  • Se le tue orecchie sporgono in modo prominente.
  • Se hai subito un infortunio che ha avuto un impatto negativo sulla forma o il posizionamento delle orecchie.

La chirurgia dell’orecchio può migliorare la forma e la proporzione delle orecchie. L’otoplastica può dare fiducia a se stessi ed è una procedura a basso rischio che può essere eseguita su bambini di età superiore ai cinque anni. I risultati generalmente durano una vita con oscillazioni minime.

Sei un buon candidato per la chirurgia dell’orecchio?

Di seguito sono riportati alcuni motivi comuni per cui potresti aver preso in considerazione la chirurgia dell’orecchio:

  • se le tue orecchie hanno raggiunto la loro dimensione completa, che di solito accade intorno ai sei anni. I bambini sono considerati pazienti comuni per questa procedura;
  • l’otoplastica per ridurre la prominenza delle orecchie che sporgono troppo può essere eseguita su adulti e bambini;
  • se sei in buona salute generale, hai un atteggiamento positivo e aspettative realistiche, sei probabilmente un buon candidato per questa procedura.

Valutazione pre-operatoria

In primis è necessaria un’accurata visita specialistica durante la quale il chirurgo provvede ad effettuare una valutazione obiettiva delle orecchie.

Segue quello che c’è da sapere quando si prende in considerazione l’otoplastica:

  • i bambini piccoli potrebbero avere problemi a gestire il follow-up e il recupero;
  • la simmetria dell’orecchio può essere influenzata;
  • possono verificarsi cicatrici permanenti o intorpidimento dell’orecchio o del viso.

Intervento di chirurgia dell’orecchio

Nei bambini, la cartilagine è sufficientemente soffice invece negli adulti la cartilagine è più dura e la procedura deve essere eseguita rimuovendo o riposizionando la cartilagine dopo aver effettuato una piccola incisione sull’orecchio. La cartilagine extra o i tessuti molli che rendono “sporgenti” l’orecchio possono essere rimossi. Se dall’orecchio mancano pieghe normali, possono essere ricreate modellando la cartilagine con punti di sutura permanenti o raschiando la cartilagine per contenerla. Prevede un’incisione nascosta dietro le orecchie, attraverso la quale avviene l’ancoraggio delle cartilagini con fili non riassorbibili. Le orecchie si correggono in un’unica seduta operatoria. La difficoltà per il chirurgo è ottenere la simmetria a fine intervento. A volte è necessaria una combinazione di tecniche per ottenere il risultato desiderato.

Un vantaggio dell’intervento chirurgico è che può essere eseguito in anestesia locale in sala operatoria. Con questo metodo, l’intero orecchio viene anestetizzato e il paziente può rimanere sveglio. Cessando l’effetto dell’anestetico locale, può residuare una dolenzia dell’area operata, controllabile con i comuni antidolorifici.

Il post-operatorio

Il paziente resta ricoverato da mattina a sera. Una volta dimesso, dovrà portare un bendaggio per tre giorni, poi una fascetta protettiva di notte per circa un mese. I punti vengono rimossi dopo quindici giorni.

Complicanze

Una temibile complicanza di questo intervento è l’infezione delle cartilagini auricolari. Per questo, è molto importante eseguire l’intervento in ambiente sterile, in sala operatoria.

Contatta Dott. Lauro

MOSTRA TELEFONO




Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Il tuo messaggio

Cliccando “Invia” dichiari di aver letto ed accettato l’informativa sulla privacy