Skip to content

Iniettivi
Biorivitalizzazione

Si tratta di microiniezioni di acido ialuronico finalizzato a reidratare e rendere piu fresca e luminosa la pelle del viso, collo e decolletee. Il trattamento va ripetuto per almeno 2/3 volte a distanza di un mese uno dall’altro.

Si effettua quando serve rassodare zone del corpo la cui pelle inizia a cedere, in caso di un netto aumento della lassità cutanea del corpo e in tutti quei casi in cui si vuole aumentare la produzione di collagene ed elastina in una cute lassa.

Nei casi in cui sono presenti depressioni cutanee associate a lassità. Quando sono presenti smagliature soprattutto in sinergia con Velasmooth. Eccellente coadiuvante ai trattamenti anticellulite in sinergia con Velasmooth

Quali zone si possono trattare?

Interno coscia, gambe, ginocchia, caviglie, addome, interno braccia, glutei. Gli ingredienti attivi sono:

  • Silicio Organico 200 mg/ml
  • 5 Antiossidanti: Resveratrol, R-2 Viniferin, Ɛ-Viniferin, R-Viniferin, Iso-e-Viniferin

Si tratta di micro iniezioni intradermiche, che si effettuano per 1 sessione a settimana con un protocollo di 6 sessioni. Per risultati ottimali consigliamo la ripetizione del protocollo da 2 a 3 volte l’anno

Dopo il trattamento è necessario evitare saune e bagno turco (temperature estreme), non esporsi al sole violento per un paio di giorni.

Previa applicazione di un anestetico locale in crema per almeno 30 minuti (l’uso della crema anestetica riduce sensibilmente il lieve fastidio dell’infiltrazione che risulta comunque ben tollerato) e disinfezione della cute si procede al rilascio del prodotto subito al disotto dell’epidermide (strato superficiale del derma) con un ago monouso sottilissimo (diametro di un capello). La durata totale non supera i 30 minuti. A fine trattamento residuerà per qualche ora un lieve arrossamento nelle sedi di inoculo. Anche se, evenienza rara, è possibile la presenza in alcuni punti di piccolissime ecchimosi di spontanea risoluzione in 24-48 ore.

Controindicazioni

Le controindicazioni sono legate au seguenti fattori: allergia a uno qualsiasi degli ingredienti, pazienti che presentano alterazioni della pelle di natura traumatica, infezioni in atto nelle zone da trattare, infezioni o postumi recenti di infezioni da streptococco.

Pazienti che assumono immunosoppressori, corticosteroidi, affetti da malattie autoimmuni, diabete scompensato, reumatismi articolari acuti, endocardite, sono per precauzione esclusi dal trattamento.

Non sono disponibili studi sull’uso nella donna in gravidanza, ma personalmente suggerisco di non usare nulla nel periodo della gestazione.

Dr Franco Lauro
Oltre 50 anni di esperienza al servizio della Chirurgia estetica

Un’arte che si tramanda di generazione in generazione